?

Log in

No account? Create an account
Finisterre
Through the sweeping waves
 
10th-Sep-2015 06:13 pm - Racconto: "Athanatos"
Michiru
Oddio, è una vita che non aggiorno questo blog, chissà se mi ricordo ancora come si fa...

*prova microfono prova microfono*

Ok, tutto questo perché ho l'occasione di riesumarlo dagli scatoloni polverosi, per pubblicare una storia che ho scritto di recente - e che potrebbe interessare a (quel che resta de) la mia friendlist.
Siete ancora qua, ragazze? Se sì, sono molto contenta di rivedervi, e non sarebbe male potervi salutare. *hugs*
A tutti coloro in ascolto, siamo la Resistenz... ehm, volevo dire, ben ritrovati.

Passo.

Flora

----

Titolo: Athanatos
Genere: Original, Storico, Fantasy
Warning: Slash (implied)
Rating: Arancione (niente di scabroso, ma tratta comunque temi adulti)

Per la Macedonia si passa per di qua...Collapse )
7th-Dec-2009 05:03 pm - Ciao...
Michiru
YASHA

30 Marzo 2000 - 26 Novembre 2009



titolo o descrizione


Buon viaggio cucciolo mio, grazie per ogni singolo momento passato insieme - ognuno di loro è un ricordo indelebile e prezioso che custodirò con cura e con amore.
Ovunque tu sia ora, ti amo.
11th-Sep-2007 06:08 pm - Ho fatto cose che voi umani...
Tea
Rubato a cauchemar_73 che a sua volta l'aveva rubato a diosbios che a sua volta...


1.Ho offerto da bere a tutti in un bar
2.Ho nuotato insieme ai delfini
3.Ho scalato una montagna
4.Ho guidato una Ferrari
5.Sono stata all'interno della Grande Piramide (La piramide Maya di Chichén Itzà conta?)
6.Ho tenuto in mano una tarantola
7.Ho fatto il bagno nuda nel mare
8.Ho detto "ti amo" credendoci (Ci credo sempre se lo dico)
9.Ho abbracciato un albero (Sì, con la macchina! >_<)
10.Ho fatto uno strip tease



Oh beh. Pensavo peggio.
Michiru

Ultimi scampoli d'estate, e lo dico senza rimpianti.

Non sono mai stata un'amante della stagione calda, inutile negarlo. Ho una gran voglia di vento, stoffe calde in cui avvolgersi e accoccolarsi, pomeriggi piovosi in cui rifugiarsi in qualche caffè davanti ad un cappuccino fumante, di pomeriggi che imbruniscono presto, di luci artificiali che si riflettono sull'asfalto bagnato, e guanti, sciarpe e mare invernale che urla e biancheggia, per dirla alla Carducci.

Del resto, l'autunno porta per me anche una rinnovata voglia di fare, organizzare, progettare, di cui si è sentita decisamente la mancanza da queste parti, negli ultimi tempi. Un'estate oziosa è stata questa per me, non tanto nei gesti, ma nelle intenzioni. Non che sia rimasta inattiva, intendiamoci, ma odio fare le cose perchè devo farle, ho voglia di ritrovare un po' di entusiamo, negli impegni che mi prendo - lavoro o svago che siano.

Intanto, neanche a chiederlo, si prospetta un settembre decisamente denso di attività e - complice, si diceva, l'autunno imminente - ben vengano gli impegni.
Alcune traduzioni  squisitamente  (si fa per dire) tecniche, e un paio di convegni a cui partecipare come interprete, uno a Pisa, e un altro a Napoli - con un pacco di abstract da studiare, e una miriade di nuovi termini da imparare a memoria. Mi piace arricchire la mia conoscenza dell'inglese con nuovi termini come : wireless transceivers, o Carrier-frequency Shift, possono sempre tornar utili. Sia mai che ti trovi in qualche sperduto paesino del Kent e tu debba chiedere ad un passante: Could you lend me your wireless transceiver, please?  
Vitale, oserei dire :P

Scherzi a parte, mi piace lavorare per i convegni, ho conosciuto alcune persone decisamente interessanti con questo lavoro, tipo un ingegnere Texano di sessant'anni che addirittura mi fece una proposta di matrimonio dopo una settimana che lo conoscevo. O_o
Voleva che lo seguissi a Houston, così, senza dire né ai, né bai, peccato che non avessi alcuna intenzione, né di sposare l'ingegnere texano sessantenne e sovrappeso, né di seguirlo a Houston a fare la mogliettina italiana trapiantata. 
Comunque è divertente, e poi ho voglia di muovermi un po', la vita stanziale non fa per me, ormai questo l'ho imparato.

A settembre poi, riprendono anche le prove con il gruppo e gli allenamenti, e a dire il vero non vedo l'ora di rivedere le mie ragazze e ricominciare a pianificare il programma delle gare. Ci sarebbe anche un corso per la Federazione Ginnastica d'Italia da fare per aggiornamento (e per poter presenziare in giuria al Cariprato), ma dio solo sa se avrò il tempo di farlo, e alcune esibizioni da programmare con le mie vecchie compagne di squadra. Bisogna che smaltisca la ciccia messa su durante l'estate o in pedana, invece di saltare, mi metterò a rotolare, ecco.
Son spettacoli edificanti anche questi.

Stasera invece, cena in quel di Porto Venere, in un ristorante a cui si arriva solo via mare. Vengono a prendre i clienti con una barchetta, non è delizioso? Godiamoci l'aria di mare che la sera comincia a diventare fresca, ('bless it!), le impervie stradine liguri e le luci della base militare adagiata sulla costa come una specie di capodoglio arenato.

Godiamo e basta.

23rd-Aug-2007 06:34 pm - Annuncio ai naviganti
Glass structure

"Sabbia a perdita d'occhio, tra le ultime colline e il mare - il mare - nell'aria fredda di un pomeriggio quasi passato, e benedetto dal vento che sempre soffia da nord. 
La spiaggia. E il mare."

A. Baricco, Oceano Mare



Un taccuino per appuntare pensieri, riflessioni, quaderni di viaggio, ricordi ed intenzioni.

Luci ed ombre blu oltremare.

This page was loaded Jul 21st 2019, 2:22 am GMT.